Tag: paolo perlini

White Wolfes

I Due Lupi in Fuga, di cui Donatella Righi aveva parlato qui, hanno spiccato il volo su Amazon.

Grazie all’aiuto di Ombrella e di el, che hanno disegnato, impaginato e uploadato per me. E grazie pure alla traduzione di Jennie Brown che qui però, non ci sta.

Ops…sì,è in inglese. La versione italiana prossimamente, forse…

white wolves

 

Questione di Sguardi: il film

panirlipe-questionedisguardi

Ho avuto il piacere, l’onore, la soddisfazione (non dico fortuna, in quella non ci credo) di collaborare alla sceneggiatura di un film. E’ stata un’esperienza nuova e di questo devo ringraziare Luca Alessandro, regista che ha già firmato l’antologia “The Pyramid” con l’episodio “Dream Door”, distribuito in Canada, Stati Uniti e addirittura Giappone e poi, “E.N.D.” pilota serie tv, vincitrice di numerosi premi.

“Ma guarda che io di horror me ne intendo poco” gli ho detto già nelle prime battute, quando cercavamo di imbastire la trama.
“Tu scrivi come sai scrivere” mi ha risposto.

E’ nato così un dramma dai risvolti noir, nel quale i personaggi sono due: Marco (Alberto Di Stasio, “Boris”), un uomo maturo che soffre di una forma di depressione e Sonia (Roberta Nevola, “Presto farà giorno”), una giovane ragazza che un giorno irrompe nella sua vita e viene invitata ad aiutarlo. Lui soffre di una strana forma di disturbo ossessivo compulsivo, una paura che lo rende incapace di guardare negli occhi le persone, addirittura di guardarsi allo specchio.

Il film in realtà è un corto ma può anche succedere, come avviene nella scrittura, che da una versione breve si passi poi a quella lunga. Scriverlo non è stato una sciocchezza, anzi, abbiamo valutato ogni parola, ogni situazione, le piccole sfumature. Luca, che è puntiglioso come può esserlo solo uno appassionato del proprio lavoro ci ha messo le mani e proposto modifiche fino a un secondo prima del ciack.
Ora che è terminata anche la post produzione…non resta che fargli prendere il volo.

Pagina Facebook

Ne mancano 74

benvenuti a villainquietaSuvvia, siete ancora in tempo per concorre alla vincita di

 “Benvenuti a Villainquieta”. I commenti sono 16, ne mancano 74 per completare la tombola, altrimenti, pazienza, l’estrazione sarà fatta con i soli partecipanti.

 

 vedi qui il regolamento.
Partecipare è semplice, vincere è casuale.

Quando i padri dimezzano le distanze

benvenuti a villainquieta

Tempo fa vi avevo parlato dei figli che superano i padri o addirittura li distaccano.

A me non piacciono le metafore calcistiche, ci sono già troppe persone  insopportabili che le usano, ma questa volta ‘metaforo’ pure io. (se manca qualche T è dovuto alla tastiera di questo computerino, oltre alla notte appesantita e insonne).

Dunque, ecco che il padre accorcia le distanze. Ed ora si trova anche un po’ imbarazzato a spiegare come. Non solo perché sono le sei del mattino, la cena aziendale di ieri sera non ha agevolato il sonno e fra poco, nonostante sia sabato devo partire…

Tuttavia devo farla breve. Come già annunciato in grande stile è uscito “Benvenuti a Villainquieta”, storiella che nel 2010 ha vinto il premio giuria ragazzi al concorso di Letteratura Olga Visentini.

Lo trovate qui e poi su tutte le librerie online, compresa Amazon.

C’è pure un blog che tra poco sarà visibile e popolato

In questa folle corsa (si sta scaricando pure la batteriaaaa!), fra tante persone ce ne sono due che devo ringraziare pubblicamente.

Una è Dona perché  se questa storia è uscita gran parte è merito suo. L’altra è Iaia perché mi ha regalato un volto.

E poi tante altre ancora, che ringrazierò un po’ alla volta.