Non c’è più tempo

Quando ti accorgi che la casella di posta ti notifica che ci sono 200 post da leggere, ti prende lo sconforto. Per un po’ di tempo ce l’hai fatta, sei riuscito a starci dietro e ad evadere (molto ambiguo questo verbo, no?) la corrispondenza ma ora alzi le braccia e dici:
“Ok, mi arrendo! Non sparate!”
Pensi di cavartela così e tirare avanti ma loro sono i cattivi, non si lasciano incantare.
“Tienile belle alzate quelle mani, sporco pigrone! Perché non leggi quelle fottute mail, eh? Perché non le apri quelle fottute mail? Ti fanno male le dita? Eh? Vuoi che te le apriamo quelle dita, per vedere che tipo di segatura c’è dentro? Lo vuoi?”
Cerchi di reagire, dici che hai delle buone scuse, delle buone carte e anche dei valenti avvocati che li porteranno in tribunale se osano farmi del male, ma lui, quello che si chiama Antispam, mica è nato ieri:
“Tu non hai trovato niente. Tu sei solo chiacchiere e distintivo! Tu in mano non hai niente! Non hai niente per il tribunale, non hai preso il contabile, tu non hai niente! Non hai niente, sei solo un povero stronzo! Con me non ce la fai!*
“No, no. Pietà, chiedo scusa”.
“Chiedi scusa? Tu chiedi scusa? Diglielo alla Signora Yahoo, avanti!”
E lei, la Signora Yahoo arriva, vestita tutta di nero e non la facevo così grassa ma del resto, con oltre duecento mail in corpo, ingrasserebbe chiunque.
Non so cosa mi stia puntando contro ma di sicuro dovrebbe far male e quindi non mi resta che implorarla.
“Ti prego, ti prego, non mi uccidere. Ti prego baby, lo sai che ti amo. Non avrei mai voluto lasciarti, non è stata colpa mia. Davvero, sono sincero. Quel giorno finì la benzina. Si bucò un pneumatico. Non avevo i soldi per il taxi! Il mio smoking non era arrivato in tempo dalla tintoria! Era venuto a trovarmi da lontano un amico che non vedevo da anni! Qualcuno mi rubò la macchina! Ci fu un terremoto! Una tremenda inondazione! Un’invasione di cavallette!”*
I miei occhi sanno far male, ci casca di nuovo, un’altra volta, e io riesco a fuggire. Per adesso. Ma lo so, non ce la farò più a leggervi tutti.

* Gli Intoccabili
** The Blues Brother

Annunci

19 thoughts on “Non c’è più tempo

  1. 200 lettere? Io a volte sono arrivata anche a 6000 e-mail da leggere, e non ti nego di averle tagliate con l’accetta. Ho disattivato la notifica dei commenti sui blogamici, ho solo quella degli articoli, ma neanche quello basta.

    Metto in spam anche quello che spam non è, come per esempio la pubblicità, sto tutto il giorno a rincorrere le e-mail, a spostarle in una casella d’appoggio che un giorno (quando andrò in pensione?) leggerò, ma è una lotta impari e che sicuramente mi trova perdente.

  2. Anche per me lo stesso sconforto ogni giorno, per tutti gli impegni che non riesco a evadere (altro che ambigua la parola!), e non solo per la casella di posta.
    I Blues Brother sono un’istituzione in casa mia, a grande richiesta ogni tanto si ripassano! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...