Faccia a faccia

Faccia a faccia, sembra quasi un esortativo, un doppio: “faccia pure, faccia lei!”

Non suona meglio, in tutti i sensi, Cheek to Cheek di Irving Berlin? Mi accontenterei anche di un Face to Face mentre rifiuto con forza il Vis à vis.
Faccia mi ricorda la pioggia che scende copiosa e pure un mio vecchio amico che suonava la batteria e si chiamava Faccini il quale aveva un fratello che suonava il basso.

Faccia suona indubbiamente come un Fa, in questo caso nella versione femmina e pure sfacciata. Una che cammina ancheggiando sul bagnasciuga e se la tira. Oppure come la signora in giallo dei Ferrero Rocher, simpaticissima, nonostante la sua “facciatudine”.

Insomma, tutto questo tirare per le lunghe…per dire che sul sito di Milano Nera, oltre alla presentazione del libro e tutti i link utili, da ieri c’è anche una breve intervista. Per chi vuole saperne qualcosina di più…ecco qua,  faccia con comodo.

 

Annunci

13 thoughts on “Faccia a faccia

  1. Io la faccia già la conoscevo gne gnegegne!! Il libro l’ho preso e anche iniziato. Ma non riesco a leggere ora. Periodo complicato. Ma l’intervista è deliziosa. Proprio come l’autore. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...