Sul ponte di Galata tra gli stambulioti

A Istanbul si rimane affascinati da molteplici cose, a iniziare dal nome stesso e da quelli che aveva prima. Io sono sempre dell’idea che in certi posti ci si deve andare solo per quello, per il nome. Quasi sempre non si rimane delusi.
Una delle immagini che conservo più di tutte è quella che mi ha accolto la prima sera, che poi corrisponde all’ultima, scattata poco dopo l’alba: il ponte di Galata.

Su questo ponte c’è un’incredibile vita e viene voglia di stare lì, tutto il giorno, a osservare i pescatori, chi vende loro le esche o da mangiare. A qualsiasi ora sul ponte Galata c’è sempre qualcuno che pesca.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

24 thoughts on “Sul ponte di Galata tra gli stambulioti

  1. Davvero! Che belle immagini anche se quelle migliori sono sicuramente quelle che restano indelebili nel ricordo di un viaggio così. Buffo che ci sia un ponte cittadino in cui ci si dedica alla pesca in modo seriale.

  2. Pingback: Letture di marzo | Dear Miss Fletcher

  3. Pingback: Sicilia on my mind | Panirlipe's Weblog

  4. Pingback: Cavalieri di Malta – Panirlipe's Weblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...