Niente è per caso

C’è stato un tempo in cui

io e il Max facevamo a gara a chi arrivava primo. Non con la moto, no, io ero un vespista…facevamo a gara a chi commentava per primo nel blog di Iaia.
Io me ne intendevo poco di competizioni, manco sapevo che ci fosse questa gara e chissà quante me ne sono perse. Poi me ne sono accorto perché lui commentava sempre davanti a tutti e gridava: “Primooooo!”. Insomma, pareva proprio che con la sua moto sfrecciasse sul blog e quando tagliava  il traguardo facesse pure l’impenno. E poi via, a raccogliere gli applausi.
Io che potevo fare? Mi ci sono buttato! Qualche bella gara l’abbiamo fatta, anche con parecchi competitor. Lui, da vero campione, certe volte mi lasciava vincere, perché i piloti leali sono così, danno un po’ di soddisfazione agli ultimi arrivati.  E qualche volta ero io a lasciarlo vincere perché i pivelli mica possono alzare troppo la cresta. Poi è successo che da bravi cavalieri noi abbiamo lasciato la pista libera per le donne. Era troppo bello vederle esultare.

Ma che diavolo c’entra questa storia? Niente, ma mi è venuta così.

Come ho già detto da qualche parte, quando ho conosciuto Max di persona, lui aveva proprio la voce che mi aspettavo che avesse.  Lo so, a volte è meglio l’effetto sorpresa ma in quel caso invece, era tutto molto rassicurante. Lui aveva la sua voce (lo strumento devo ancora identificarlo ma di sicuro è un legno) accordata bene e tutto si intonava alla perfezione con la sua persona.
Ora il buon Max ha deciso di usare anche un’altra voce, o meglio, di renderla palpabile, leggibile, sfogliabile. Perfino tascabile!

copertina-niente-c3a8-per-caso-2

Niente è per caso, Annales edizioni.

Sono curioso di scoprire la tonalità di queste storie e poi darci un colore e vedere se si intonano perfettamente alla sua voce. Perché niente è per caso.

La copertina è di Kuroko e come direbbe lei, in casi come questi bisognerebbe togliersi le pupille e metterle a riposo per qualche giorno. Solo così saranno in grado di affrontare le continue sorprese.

Annunci

20 thoughts on “Niente è per caso

  1. Omioddio.
    Grazie pani. Grazie infinite. Io non riesco più neanche a contarle, le emozioni associate a questo libro. Stavo tentando di darne conto, a proposito del fatto che c’è una pazza dei discutibili che ha fatto la recensione.
    Quando ti ho incontrato non sapevo cosa aspettarmi. Ho imparato, in tanti anni di virtualità che a volte diventa reale, a non prefigurare nulla. Hai usato un termine che però è venuto in mente anche a me, non appena ti ho visto. Rassicurante. Perché quel che vedevo era coerente con quanto scrivevi. Non alla mia immagine mentale, ma al tuo ritratto scritto, se capisci cosa intendo. Tu hai orecchio musicale, e associ le persone ai suoni. Io ho occhio per lo scritto, e associo le persone alle loro parole. Scritte. Ecco tu sei coerente col tuo stile, pacato sereno e tranquillo. E non so perché sto scrivendo questo, mi sono lasciato trasportare. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...