quando si parla di sinestesie…i bambini hanno già capito tutto

no man's land

[OGNI SUONO HA UN COLORE E OGNI COLORE HA UN SUONO
(Conversazione mattutina in agorà dei bambini di classe terza, prima di iniziare un percorso di esplorazione/produzione sui legami tra musica e segno/colore)
Ins: Che cos’è la musica?
Alessandro: E’ ispirazione. Per caso vai in giro e senti dei rumori, improvvisamente ti arriva l’ispirazione per comporre una musica. Ma li devi ascoltare bene e poi nella testa li pensi.
Irene: La musica è fatta di tante cose: note, suoni, rumori, emozioni.
Mattia: Con i rumori si può fare musica.
Alberto: I rumori sono casuali, i suoni li decidi.
Vasile: Ci sono suoni che non possono essere suonati.
Matteo: E suoni che non possono essere ascoltati.
Alberto: Come gli ultrasuoni.
Irene: Ci sono suoni così leggeri e sottili…
Alberto: Comunque la musica è difficile da descrivere, è complicata. Però si può illustrare con il corpo, disegnare, scrivere…
Irene: Puoi disegnare…

View original post 139 altre parole

Annunci

19 thoughts on “

  1. più che capire i bambini sanno già tutto. poi dimentichiamo. non ci resterebbe che ricordare. e sarebbe stupendo. se non fosse per la convinzione di molti di essere già arrivati, di aver imparato come si vive perché “sono un adulto ora”. -legge il post-
    sconvolgente. sans mots.

  2. I bambini sono incredibili… poche, semplici parole e costruiscono delle immagini che lasciano a bocca aperta. Guardano e ascoltano con una purezza e una libertà che noi adulti ci sognamo… e che fanno vedere e sentire loro senza schermi e limitazioni

  3. Non solo, secondo me anche un’intera melodia ha i suoi colori. I colori freddi e i colori caldi, le sensazioni che ti da possono avere un colore se la si ascolta e la s’immagina.

      • Si, e poi ad esempio ci sono quelle melodie che hanno un non so che di caldo, avvolgente, passionale e allora io immagino il giallo ocra, l’arancio, il rosso, se chiudo gli occhi. Almeno a me accade questo.

  4. In una mostra dedicata a Dalì a Milano nell’ultima sala proiettavano non stop un corto realizzato dalla Disney in collaborazione con Dalì… In rete credo sia possibile trovarlo. C’è chi riesce a continuare a sognare anche da adulto e i suoni diventano colori, forme, storie e sogni…

    • sì, c’è chi riesce a sognare anche da adulto. Spesso chi lo fa è un’artista capriccioso. Ma ci sono anche persone normali che riescono a stupire e stupirsi, vivere la vita come un’eterna sorpresa e incuriosirsi sempre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...