Sbreghi sghembi

millamilla-sui-tetti

millamilla sui tetti

cambio-dabito

cambio d'abito

E dunque
l’inalterabile ti annoia.
In volo su torri diritte
e rette lunari prosegui l’indugio
di chi ora concede e ora rifiuta,
scivolando sul  piacere del transitorio
senza attaccamenti.
Incedi tra cromie mistiche
stemperate su accordi freschi di
basilico e lavanda
ed è alla fine ma non solo
a me solo infine
che offri sbreghi sghembi su gambi di pelle,
un sogno cosmetico ambrato.

– – – – – – – – – – – – – – – –

Altre immagini della sfilata sono visibili qui

Annunci

15 thoughts on “Sbreghi sghembi

  1. La musica e la musicalità con te emergono sempre.

    Propongo la mia interpretazione dell’immagine “Josina guarda la luna”:

    Josina guarda la luna

    S’addice a una luna madreperla
    tessuta d’alabastri screziati,
    celato nelle pieghe nude
    di ombra e luce
    di nero prima
    e d’azzurro ancora
    scoprirai il mistero.
    Nella geometria dell’equilibrio
    ritrovi il fasto e l’abbondanza
    del volo vorticoso
    di una sposa ancora da venire
    in ballo sulle torri
    del passato.
    Sei bella così
    quando il cielo è in te
    e pensi cose buone.

    (gli ultimi e versi sono una reminescenza di una poesia di Antonia Pozzi)

  2. Sono orgogliosa di questa poesia che hai scritto per MillaMilla e un po’ anche per me che ho scattato le fotografie.
    Con questa voli anche tu sulle torri, l’altra, la prima che hai scritto per MillaMilla, è un ricordo legato al passato come l’amore per la passamaneria. Bravo Panirlipe!!!

    Grazie anche ad anima buona per la poesia dedicata a Josina!!!
    Ora sono in vacanza in Sardegna. Appena mi sarà possibile metterò in un nuovo post tutti i vostri scritti.
    Grazie

  3. @Sari: be’…io non sono veramente bravo e qui circolano poetesse che saprebbero scrivere di meglio, come è riuscita a fare Anima Buona.

    @barbie: thanks! 🙂

    @sancla: uhm…un paio di settimane credo.

  4. @silvia: bella musica, vero? Si può suonare con qualsiasi arrangiamento e risulta sempre profonda.

    @Elle: e buttati pure tu!Apri la borsa, prendi il blocchetto degli appunti e comincia a scrivere qualcosa.

  5. Beh, un poeta cuse sempre la sua melodia addosso a delle emozioni e quindi, concordo con Morena, le tue parole, sembrano cucite addosso a quelle immagini.

    E ancora una volta, mi sorprendi, caro Pan… 😉

  6. uh! Io forse so rammendare la toppa nei pantaloni, dare qualche punto. Da giovane mi ero perfino confezionato un paio di calzari e quella volta, con ago e filo ero stato abbastanza bravo.
    ARTHUR! Poche storie…buttati anche tu e scrivi qualcosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...