Lo Zen e l’arte della manutenzione del pianoforte #1

Se le vostre dita non scivolano più bene sui tasti del pianoforte, può essere che:

  • Il criceto ci abbia fatto una passeggiata.

    criceto

  • La gatta l’abbia seguito

  • I vostri figli abbiano suonato con le dita sporche di plastilina, das, pennarello e forse anche di terra, caccole e biscotti.
  • Vostra moglie abbia sperimentato un nuovo prodotto per la pulizia.
  • Sia semplicemente trascorso molto tempo dall’ultima volta che avete suonato.
  • Le unghie siano da tagliare. Vogliamo tagliarle o no?

    unghie

    unghie

La patina di nero che si deposita sui tasti può avere origini diverse. A me piace pensare che siano le note dello spartito che si smaterializzano e cadono.

Comunque sia, siccome non tutti formulano i miei bei pensieri, per pulire la tastiera si può usare un batuffolo di cotone imbevuto di una sostanza poco alcolica, ad esempio acqua di lavanda.

Poi, una volta terminato questo primo passaggio, è bene passare con un pennello fra i tasti, per togliere quello sporco che si è appallottolato.
Insomma, le piccole e petulanti semibiscrome cadute dallo spartito, quelle che non vogliono andarsene.

Annunci

17 thoughts on “Lo Zen e l’arte della manutenzione del pianoforte #1

  1. Xeena, il pianolone Lidl lo puoi sempre nascondere sopra l’armadio, così il porco cane non ci passeggia sopra 🙂
    Però…uhm…ha un suono sintetico. Ma i bimbi si divertono, io ho iniziato con l’Organo Bontempi bianco e rosso.

  2. Se le mie dita non scivolano bene sulla tastiera è solo perchè al massimo ci so percuotere (ché suonare è un’altra cosa) “tanti auguri a te” …
    Ora che ci penso, devo avere pure quattro o cinque spartiti interi di note in giro, visto che si sono stufate di aspettarmi sul leggio…
    🙂

  3. Non possedendo un pianoforte, nè sapendolo suonare, non ho assolutamente nessuna dimestichezza o familiarità con questi “rituali” che ci hai raccontato qui.
    Ma è sempre un piacere leggerti accanto (anzi, oserei dire “dentro”) al tuo pianoforte, perchè anche in questi semplici gesti, si sente tutto l’amore e la passione che ci metti.
    E con quel batuffolo di cotone imbevuto di acqua di lavanda pulisci la tastiera come fossero le gote dei tuoi bimbi…
    E mentre lasci scivolare morbidamente le setole del pennello tra i tasti, sento la cura e l’accudimento con cui lo fai…ed è musica, è poesia.

  4. Sto mangiando polenta con Asiago sciolto nel micronde, sto rimbalzando come una palla su Facebook che tra l’altro giá odio, il porco cane verrá castrato sabato mattina…cosa voglio di piú dalla vita 🙂 sono quasi felice!
    Buon pranzo!

  5. É quasi arrivato il suo giorno, povero porco cane, io dico sterilizzala…leggi un po’ in giro pro e contro ce ne sono in tutto quello che si fa.
    Kiss

  6. Piccolo spaccato del quotidiano di un pianista e del suo pianoforte in un normale interno famigliare. Un manuale concentrato molto zen. Con la pulizia del pianoforte potresti fare un concerto sperimentale tipo quelli che faceva John Cage. Senza arrabbiarti però se ti tirano pomodori e uova.Io ti lancerei un mazzetto di lavanda.

  7. quindi, quando non riesco a suonare (quasi sempre cioè) è perché il criceto ha passeggiato sui tasti, la gatta ha le unghie lunghe, qualcuno ci ha mangiato sopra i biscotti e le note si sono suicidate buttandosi dallo spartito per impedirmi di suonare ancora?
    a saperlo prima, avrei risposto al Maestro in modo più convincente

  8. sempre corte infatti. altrimenti fanno quell’odioso rumore sui tasti… brrr… e poi il Maestro è molto severo sull’argomento unghie.
    ma certo, è vero che il pianoforte non mi comprende in pieno.

  9. Bellissima questa immagine delle note che cadono sullo spartito. Ho molta cura del mio pianoforte; affetto direi; quasi che fosse un essere umano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...