Racconti Provenzali: Indisposta al bagno

Le Bagnanti - Pablo Picasso, 1918

“Provaci tu”.
Due amiche, sdraiate sul telo di spugna, si passano una sigaretta. Il vento scherza con loro, scompigliandone i capelli e risparmiando la salute.
La ragazza più giovane non è scesa in acqua e poco prima si è rifiutata di giocare a pallavolo. Guarda assente il mare e i suoi amici che si spruzzano l’acqua addosso. Indossa un pareo, come tutte le altre donne che sono in spiaggia ma indisposte a fare il bagno.
Lei ha anche degli altri pensieri e li esprime sottovoce alla sua amica.
“Julien ha troppo l’accento di Marsiglia. I miei non lo vorrebbero mai”.
“Il prossimo autunno andrà a lavorare a Montecarlo, vedrai che lo perderà”.
“Sì, lo so, ma allora temo che lo perderò anche io”.
“Perché? Non ti fidi di lui? È un bravo ragazzo, molto dolce”.
Dall’accendino esce una scintilla e poco dopo, dalla punta della sigaretta si alza un sottile filo di fumo.
“Ma non capisci? È di me stessa che non mi fido” dice tirando tre boccate, “di me stessa, non di lui”.
La sigaretta si spegne, riprova ad accenderla ma dopo alcuni tentativi la spezza e la nasconde sotto la sabbia. In quel momento l’amica si alza, corre verso il mare e dopo tre passi si tuffa nell’acqua, fra le gambe dei compagni.
Lei sbuffa, sorride brevemente ed infine, sdraiandosi sulla pancia ritorna ai suoi pensieri.

La Londe, 19-06-08

Annunci

16 thoughts on “Racconti Provenzali: Indisposta al bagno

  1. Ho letto e riletto più volte questo tuo racconto cercando di focalizzare cosa abbia attirato veramente la tua attenzione in questa istantanea che hai scattato.
    Non voglio farmi influenzare dal titolo, quindi penso che non sia stato il pareo che tutte portiamo “in quei giorni”…
    Era forse allora l’aria pensierosa di quella ragazza? o forse quel parlare fitto fitto sottovoce con l’amica?
    E quel “è di me stessa che non mi fido”…che sei riuscito a carpire ma che poi non approfondisci…uhm ci penso su ancora un po’…poi torno!

    E il quadro di Picasso ci sta a meraviglia!

  2. Condivido l’acuta osservazione di Sancla…l'(in)disposizione della ragazza è evidente…e non parlo solo di quella fisica.

    E’ anche vero però che questa strana razza che siamo noi donne spesso, usiamo il linguaggio in modo controverso, diciamo no quando vogliamo solo far intendere sì e viceversa…siamo in grado di diventare il peggiore dei rompicapo, il più irrisolvibile dei rebus, quando ci gira storto.
    Poi sulla sindrome (pre o post)mestruale c’è tutta una scuola di pensiero (maschile sono sicura! ihihihiiii) in grado di dimostrare che “in quei giorni”, in balia degli scompensi ormonali, diventiamo intrattabili e lunatiche come non mai.

    Una cosa è certa: il linguaggio del corpo. Quello non mente mai, a lui non la si fà!

  3. @Api: siamo tutti privilegiati, in un certo senso.

    @Sancla: lo credo anche io. In fondo le donne hanno poca pazienza ma si fidano anche poco delle proprie reazioni.

    @Elle: sono stato influenzato un po’ da tutto. Partendo dal pareo (o dallo stare a riva invece di entrare in acqua) ho sviluppato poi tutte le altre osservazioni.
    Sì, le donne sono un assoluto rompicapo ed è veramente così: dicono no per intendere sì. Basta saperlo 😉

  4. comunque molte donne in quei giorni viaggiano sul depresso andate, ansie e preoccupazioni vengono a galla, poi passato il momento critico ritornano in sè. le donne sono “programmate” dalla natura secondo il calendario lunare, sono piene, sono calanti, sono crescenti, ritornano piene… così è.

  5. Con poche parole, un efficace dialogo, sei entrato nella psicologia della donna con delicatezza ed efficacia. Lei ha già deciso che quel ragazzo dal terribile accento marsigliese non sarà il compagno della sua vita e sembra nasconderlo quasi a se stessa, ma ancora per poco.
    E’ un piccolo gioiello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...