Secondo esercizio

Sempre ispirato da questo post di Maria Luisa Grimani, ieri sera ho preso un piccolo libro di spartiti, un volume del 1958 che contiene Cento Motivi da salvare, musiche tratte soprattutto da film americani che ultimamente mi stanno appassionando.

Di questi cento titoli ne ho presi trenta. Lo confesso, è stato molto semplice e volendo si potrebbero costruire mille storie. La parola amore è presente nella maggior parte dei titoli e potrei produrmi in poesie romanticissime. Ho tralasciato i titoli delle musiche che più mi piacciono, forse per una forma di rispetto.

Qui riporto tre rapidi esercizi. Lo so, potrei fare di meglio. La prossima volta userò le musiche che suono spesso.

numero 1

Quando sogno Una casa portuguesa Non vedo che te: Tu che piangi, Troppo giovane, Fidanzata di nessuno.
Dovevi essere tu Tutto di me: Dolce imprudenza… Peccato d’amore.

numero2

Potrò sbagliar…ma
Lola
È fatta per me
Se…
Restiamo così
Un giorno
Giorno di festa
Ai grandi magazzini
Cantando sotto la pioggia
Leviamo l’ancora

numero3

Confessione:

Grazie a te! Oggi no Mi arrendo!
Vuoi farmi impazzire.
Non mentire Sempre.
Per essere lieti Ho chiuso con l’amore
Good night!

Annunci

29 thoughts on “Secondo esercizio

  1. Mannaggia…io non ho spartiti a portata di mano per poter provare questo secondo esercizio!

    Però mi è piaciuto il tuo risultato, soprattutto il numero 1.

    E poi di più ancora mi è piaciuta quella “forma di rispetto” che ti ha fatto lasciare indietro i titoli delle musiche che ti piacciono di più…quasi fossero tesori troppo preziosi per essere usati in un gioco (e lo sono, tesori).
    Una delicatezza che sono certa la tua musica saprà ricambiare…perchè la musica non delude mai, ti sorprende, ti coinvolge, ti emoziona, ti innamora.

    ‘notte Pan…

  2. @sancla: stoni con il campanello ma non con le parole. Il tuo primo esercizio risuona ancora.
    @sarimagiha: grande! però ne hai usati solo tre 🙂
    @Elle: proprio così, mi dispiaceva giocare con certi titoli, ma prima o poi lo farò

  3. Il caso e la necessità (Monod)
    Strumenti per pensare (Waddington)
    Ultime tendenze dell’arte oggi (Dorfles)

    un altro piccolo haiku, ti sfido a trovarne uno musicale, tre righe non di più!!!

  4. ci provo:

    la voce delle onde (mishima)
    variazioni selvagge (grimaud)
    L’inverno del nostro scontento (steinbeck)

    Il mio primo Haiku…be’, potrei impegnarmi di più, lo so…

  5. Con gli haiku mi ero cimentata ad ottobre, ma senza titoli dei libri… stare nel numero di sillabe indicato è davvero difficile e ne avevo postati 4.
    Volevo provare anche io con i titoli di brani da spartiti ma purtroppo quando ho lasciato la banda mi hanno ritirato tutta la cartelletta… potrei provare ad andare a memoria, ma non riesco a metter assieme Una notte sul Monte Calvo (M. Mussorgsky), a La figlia del reggimento (G. Donizetti)… tantomeno la splendida Sur un marché persan (A. Ketelbey) – in cui avevo il solo – a Oregon (di Jacob De Haan, di cui ho l’autografo, yeeeee… scusa, compositore di brani originali per banda). Non posso nemmeno servirmi dei metodi (Giampieri, Klosè) perchè a parte solfeggio, piccoli esercizi di meccanismo e duetti non c’è traccia di titoli 🙂 che prolissa 😆

  6. @serena: stare nel numero di sillabe è difficile davvero…però hai iniziato bene: una notte sul Monte Calvo la figlia del reggimento…
    certo che gli spartiti potevano anche lasciarteli.

    @xeena: XEENAAAA! dovrebbe ricordarti qualcosa di più…

  7. Ora mi concentro é il Talveraaaaaa, siiii. Che foto stupenda e che stordita che sono. Dai passa dall’Oscar lunedi e giovedi pomeriggio dopo le 16 ci siamo…rettilineo di San Giacomo vedi le serre e ci sei 🙂

  8. Piccolo contributo:

    L’ignoto.
    Che ci faccio qui?,
    di passaggio.
    Camminando
    sulla strada
    un indovino mi disse
    ogni cosa è illuminata
    chiedi alla polvere
    la polvere dei sogni
    il nostro bisogno di consolazione

  9. Si, assolutamente n. 3! Troverai una vicinanza con il tema di fondo di “L’inverno a Lisbona”. Proponi il frigorifero …. un breve testo partendo dai prodotti presenti 🙂 … io non potrò cimentarmi … si sente l’eco!

  10. Bravi,vedo che vi divertite! Sono un’amica di Sarimagiha e mi ha intrigato il gioco delle poesie scritte coi titoli dei libri……e tanto per giocare eccone un’altra:

    Ascolto il tuo cuore città
    mentre resta nell’aria
    La musica della Balena Azzurra e
    La scrittrice che coltiva comete
    lancia nel vento
    Il guanto rosso.

    RED

  11. Caro Pani, a proposito delle scelte di un pittore ( vedi La Grigna al Contrario) non so se parlare di condizionamento …..quando l’idea frulla nella testa,
    quando ormai le materie fanno parte della tua vita e le sai far vivere……è come un gioco,
    come danzare come camminare…. è la libertà……non pensare troppo,
    non razionalizzare troppo…… E vero che dietro tutto questo c’isono anni di studio,ma poi….
    Mi rammento di quella favoletta Zen:
    “Un Millepiedi camminava beato sopra un ramo e un ragno lo
    osservava. Ad un certo punto il ragno gli domanda a bruciapelo:
    “Quando cammini,qual’è il piede che muovi per primo?
    Il Millepiedi per rispondere adeguatamente cominciò a meditare e…. si fermò”

    Ciao e a presto

  12. parti volando, giocando con i suoni delle parole e di musica
    in-pronunciata, discendi calmo nel rispondere, bugiardamente umile…e mi uccidi con il nazismo messo per iscritto…che fai? dicevi da qualche parte che le gazze ladre
    ti piacciono pennute, ed allora perchè spenni i volati-li, come me, che ti scrivono, cercando di afferrare le tue, di piume, caro pan? dubbiosa, l’api, stasera…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...