Di poche parole

panirlipe_bianca

La mia collega Claudia è donna di poche parole. A lei ne servono poche, sono sufficienti i suoi occhi verdi, lo sguardo, i fianchi larghi e la vita stretta. Il seno è quasi inesistente ma questo è solo un dettaglio.
Lei lavora con le immagini, crea proposte grafiche, ritocca, inventa situazioni. E nelle immagini le parole non servono, sono già esplicative, parlano o lasciano intuire.
Lei è donna di poche parole e quelle poche che dice le usa spesso. Come gli inglesi dicono “nice”, “very nice” per qualsiasi cosa, lei dice sempre “bellissimo”, a volte con una sospensione tra la elle e la i.
Ecco quindi che la casa dove andrà abitare è bellissima. Anche la nuova cucina, con il piano in marmo, è bellissima. Il letto matrimoniale è bellissimo e pure il pavimento.
Poco fa mi ha detto che ieri ha fatto un po’ di giardinaggio.
“Ho sistemato il prato, era tutto in disordine e pieno di erbacce. Sabato scorso ho comperato una vanga…è stretta e lunga, è fatta così… ma è bell-issima”.
E io non ho potuto fare a meno di lasciarmi scappare un sorriso e pensare: “Sì, sei bell- issima e non hai bisogno di molte parole”.

Annunci

11 thoughts on “Di poche parole

  1. credo che sia per vocabolario scarno ma questo non significa che sia ignorante. E poi l’intelligenza è cosa diversa dalla cultura.
    Anche questa non è una risposta bell-issima…

  2. Sì, è vero, l’intelligenza va coltivata ma ci sono alcune piante perenni che crescono anche senza concime e acqua. Io, col tempo ho capito che per farsi spazio nella vita, la cultura, la lettura, conta fino ad un certo punto. Questo è solo un modo e un mezzo. Poi ci sono altri sistemi. E bellezza non è sinonimo di oca. Questa Claudia è bell-issima, di poche parole, forse poco colta ma non per questo è un’oca

  3. bellissima e splendente, così radiosa che esagera. Infatti, non contenta continua a lampadarsi e ormai ha la pelle di un serpente. Che tristezza…

  4. Insomma ti piace una che ha poco da dire, quel poco lo dice male, passa la vita a lampadarsi e, se un giorno riuscirai a conquistarla, ti stupirai di come se ne andrà usando mezzucci, non ultimo quello di svuotarti il portafogli: se permetti, che tristezza lo dico io!

    *** O forse ho capito male? ***

  5. esatto, hai capito male…
    Non ho alcun interesse a conquistarla, non è il tipo che fa per me, sentimentalmente sono già accasato e per lei non ho neppure mai provato un pensiero lussurioso. Mi andava solo di esaltare la bellezza del suo viso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...